Addio al nubilato a Marrakech

By | 23 giugno 2015

Marrakech è la terza maggiore città del Marocco, dopo Casablanca e Rabat.
Posta più o meno al centro del paese, è un importante centro economico e si caratterizza per il suo famoso souk, il grande mercato tradizionale berbero, con centinaia di bancarelle dove è possibile comprare, contrattando il prezzo, un po’ di tutto, dai classici tappeti prodotti artigianalmente ai più moderni gadget elettronici.

marrakech-piazza

Organizzare un breve viaggio verso una meta esotica come Marrakech, per festeggiare il proprio addio al nubilato o quello di un’amica, può costituire una piacevole e divertente occasione.
Trattandosi di un paese straniero, con usi e costumi abbastanza diversi dai nostri, pur essendo Marrakech una città cosmopolita e quindi abituata agli stranieri, è opportuno informasi bene prima della partenza.
Per entrare in Marocco è necessario avere il passaporto con almeno sei mesi di validità residua e, fino ai tre mesi di permanenza, non è necessario il visto.
Alcune agenzie viaggi permettono la prenotazione anche con la sola carta d’identità ma è più opportuno andare sul sicuro.
Non servono vaccinazioni, tuttavia, è consigliabile bere acqua in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio.
Consigliabile anche non consumare cibi crudi.

In aereo si arriva direttamente all’aeroporto di Marrakech, dal quale ci si trasferisce in città in taxi.
Per vivere un’esperienza indimenticabile e scoprire il vero Marocco è consigliabile soggiornare in un Riad nella Medina.
Il Riad, letteralmente, sarebbe il giardino posto al centro della casa tradizionale berbera e, per assimilazione, oggi tutta la struttura viene chiamata così.

Quanto e cosa visitare dipenderà dai giorni di permanenza stabiliti.
Irrinunciabile è sicuramente una visita alla Medina, o città vecchia, qui si potranno visitare luoghi come il Jardin El Harti, uno degli splendidi parchi di Marrakech, e, all’interno delle mura antiche, passare per i mercatini pieni di bancarelle e visitare i negozi di souvenirs è un’esperienza indimenticabile.
Fondamentale, con i commercianti locali, contrattare spietatamente i prezzi.
Abitualmente partono da cifre astronomiche che, con un po’ di diplomazia e testardaggine è possibile abbassare anche di parecchie volte.

Ma cosa possono fare di davvero particolare un gruppo di ragazze che stanno festeggiando un addio al celibato a Marrakech?
In alcuni Riad di lusso, come Riad Al Loune, è possibile provare diversi trattamenti particolare, come l’Hammam tradizionale.
Un Hammam è praticamente una SPA, dove ad un lavaggio con il tradizionale sapone nero, segue una vera e propria strigliata con lo scrub, un guanto ruvido, il cui passaggio depura la pelle da tutte le impurità e dalle cellule morte.
Un ulteriore trattamento purificante ed un energico massaggio completano il trattamento.
La certezza è che, al termine del trattamento completo, ci si ritroverà con la pelle morbida e liscia, come quella di un bambino.
Altra opzione possibile è, dopo l’hammam e prima di cena, provare il thè e partecipare al rituale dell’henna, durante il quale farsi apporre tatuaggi temporanei fatti con l’hennè.

Il secondo giorno si potrebbe partecipare ad una gita organizzata nel deserto di Agafay, con pranzo presso La Pause Café.
Il pomeriggio si potrebbe dedicare ad un breve corso di danza orientale presso il caffè letterario Dar Cherifa di Marrakech o a un corso di cucina tradizionale, proposto da molti Riad.
La giornata potrebbe terminare riservandosi una cena sotto una raffinata tenda berbera, con arredamento tradizionale e personale in costume.

Infine, il terzo giorno, si potrebbe dedicare mezza giornata a visitare la Medina accompagnati da una guida ufficiale e terminare la mattinata nel souk accompagnati da una personal shopper.
Insomma, festeggiare l’addio al nubilato con una tre giorni a Marrakech potrebbe rivelarsi una esperienza indimenticabile, ricca di esotiche emozionanti e di esperienze irripetibili.