Come migliorare la gestione della farmacia in 5 step

di | 3 Settembre 2019

Siete i titolari di una farmacia e state pensando a un rimodernamento, più o meno invasivo, della vostra farmacia, non solo per incrementare le vendite, ma anche e soprattutto per migliorare la gestione dei suoi processi, del personale e del presidio sanitario stesso?
In un panorama ricco di offerta di servizi addizionali, nuove tecnologie e proposte apparentemente accattivanti, in cui spesso è difficile operare una scelta, su cosa puntare per un sostanziale miglioramento della gestione della farmacia?

Per districarsi più agilmente tra un’offerta eterogenea e spesso forviante occorre fare un passo indietro, soffermandosi sui 5 aspetti su cui riflettere per raggiungere il miglioramento gestionale della farmacia:

 

  • In prima battuta, l’acquisto di robot o distributori automatici di farmaci – spesso non a buon mercato – potrebbe risultare una proposta allettante al fine di snellire le code al banco.
    Tuttavia, questa soluzione a poco serve nel momento in cui la clientela è composta da utenti di età diverse, che magari hanno poca famigliarità con le tecnologie attuali o, soprattutto alla maggioranza degli utenti che si recano in farmacia per richiedere informazioni, per rispondere a dubbi o che necessitano di assistenza specializzata e personalizzata che un computer non è per sua natura in grado di fornire.
    La risposta, in questo caso, ricade in prima battuta su maggiori investimenti sul capitale umano, al fine di migliorare la comunicazione con i clienti e il servizio, massimizzando la resa e, conseguentemente, i profitti.

 

  • Parlando di operatori nel settore, come in altri ambiti occorre tenere presente anche il successo di una farmacia passa necessariamente per un’adeguata formazione del capitale umano che vi lavora. In questo caso non si parla solo di collaboratori, considerato che spesso sono i titolari della farmacia stessi a sentire l’esigenza di una formazione attuale, completa e soprattutto settoriale.
    L’ambito della gestione della farmacia, infatti, richiede competenze manageriali, che spaziano dal marketing alla comunicazione, passando attraverso un controllo dettagliato di costi, investimenti e profitti che spesso hanno poco a che vedere con la formazione puramente farmaceutica.
    Corsi di management farmaceutico o master in marketing farmaceutico, come quelli proposti da Pharma Business School, rappresentano una risposta concreta a queste necessità e sono investimenti il cui ritorno è misurabile con miglioramenti tangibili. Spesso, tra l’altro, ai titolari delle farmacie e agli iscritti all’ordine dei farmacisti o associazioni di settore sono riservate agevolazioni e scontistiche

 

  • Aumentare il magazzino o la sua capienza potrebbe sorgere come risposta spontanea per migliorare la reperibilità dei prodotti da parte dei clienti. Ma perché non limitarsi alla sua ottimizzazione?
    Un puntuale monitoraggio delle richieste da parte della clientela, magari accompagnato da un più attento rapporto con i fornitori per un approvvigionamento rapido, aiuta la definizione della politica e del marketing degli acquisti, nella gestione degli stock e nell’efficienza della farmacia stessa, aumentandone la capacità concorrenziale.

 

  • Vi siete mai soffermati a pensare a cosa succede nei casi in cui la necessità di un farmaco o di una particolare prestazione è urgente, ma la propria farmacia di fiducia ha già chiuso e la farmacia di turno è troppo lontana? Semplice, si cerca una farmacia che abbia orari di apertura diversi, magari che effettui l’orario continuato.
    Senza arrivare agli eccessi, per esempio al passaggio ad un orario di apertura 24/24, spesso una gestione della farmacia che preveda una differenziazione degli orari di apertura rispetto alle altre aiuta a fidelizzare la clientela senza eccessivi investimenti.

 

  • Tutt’altro che banale è la considerazione che ciò fa la differenza in una gestione oculata e allo stesso tempo efficiente della farmacia è la capacità di scelta dei servizi in essa erogati. Il bravo manager del presidio farmaceutico è infatti colui che non solo sceglie un’offerta il più possibile in linea con le esigenze della clientela, ma anche colui che sa attuare ottime strategie di marketing e management dei servizi.
    Un valido alleato per la veicolazione di campagne promozionali sulla propria farmacia o sull’offerta in essa presente è la dimensione digitale.
    Anche in questo caso, una formazione specializzata rivolta al personale della farmacia, o al titolare stesso, in modo da renderli in grado di veicolare ai clienti il potenziale dei servizi offerti, rendendoli remunerativi ed efficaci, è una delle prime scelte da operare.